In casa, in sicurezza

Per garantire l’efficacia del principio attivo di un farmaco è fondamentale che, una volta acquistato e portato a casa, venga conservato in maniera corretta. Lontano da fonti di calore e vapore e da luce diretta, per esempio, e sempre come indicato nel foglietto illustrativo presente nella confezione.

I farmaci, poi, non dovrebbero mai essere conservati in ambienti eccessivamente umidi, come bagno e cucina; meglio riporli in luoghi asciutti e freschi, in appositi armadietti oppure cassetti posti in alto e non accessibili ai bambini, che potrebbero ingerirli accidentalmente, con conseguenze pericolose per la loro salute. Un buon suggerimento, inoltre, è quello di mantenere separati i medicinali degli adulti da quelli dei bambini e di conservare in un luogo separato i prodotti per i nostri amici a quattro zampe, evitando così il rischio di confonderli tra loro.

I farmaci vanno sempre conservati, insieme ai loro foglietti illustrativi, nelle confezioni originali, sulle quali eventualmente si può annotare la data di apertura, così da poter sempre risalire al primo utilizzo del medicinale.

È anche buona pratica controllare periodicamente la scadenza dei prodotti che abbiamo in casa, e se scaduti provvedere allo smaltimento negli appositi contenitori posti in farmacia.

Suggeriamo di leggere sempre con attenzione anche le indicazioni riportate sulle confezioni esterne dei farmaci imparando a identificare immediatamente, per un loro corretto utilizzo, nome del principio attivo, dosaggio, forma farmaceutica del medicinale e altro.

Sul sito internet di Teva Italia (www.tevaitalia.it/i-nostri-prodotti/come-conservare-correttamente-i-farmaci/) e sulle pagine social sono anche disponibili utili video con esempi pratici sulla corretta conservazione dei medicinali in casa a tutela della nostra salute e di quella dei nostri cari. 

#conservazionedeifarmaci
#scadenzadeimedicinali
#confezionedeifarmaci

Condividi sui social: